Millenium Brescia: vittoria nel test

Stefano Ferri

La pallavolo al centro del villaggio

BRESCIA - La pallavolo al centro del villaggio. È così il mondo di Stefano Ferri, schiacciatore classe 2000 della Consoli Sferc Centrale.

Arrivato dalla Vigilar Fano, squadra della sua città d’origine, la banda marchigiana si è messa in luce fin dal precampionato, impressionando gli addetti ai lavori per le sue doti tecniche e fisiche.

Riservato fuori dal campo, sul rettangolo di gioco ha dimostrato di poter esprimere un grande potenziale e di avere ancora grandi margini di crescita.

Per lui l’A2 non è assoluta novità (aveva esordito nel secondo campionato nazionale fra il 2017 e il 2019 prima con la maglia di Club Italia, poi con Potenza Picena ndr), ma quella di quest’annata ha un coefficiente di difficoltà ancora più elevato: “Il torneo in corso è molto equilibrato, non c’è una ‘ammazzacampionato’ come in passato, e questo deve darci consapevolezza e voglia di giocarcela con tutti”.

Fra i suoi pregi, Ferri ha anche la duttilità tattica, tanto che Zambonardi l’ha utilizzato come opposto quando Klapwijk si è ritrovato ai box causa infortuni: “A Brescia sto bene e sento di poter imparare molto. Siamo un roster affiatato”.

Appena può torna nelle Marche, per respirare aria di mare e riabbracciare la famiglia.

Proprio a Fano, Ferri ha imparato l’anno scorso una dura lezione: “Abbiamo dominato in regular season per poi squagliarci nei playoff. Da qui alla primavera dobbiamo mantenere una buona posizione senza disperarci per le sconfitte. Dovremo essere letali e lucidi nei momenti che contano, sia in Coppa che ai playoff. Il mio sogno? Arrivare un giorno in Superlega”. Magari con la maglia dei tucani, aggiungiamo noi.

Alessandro Massini Innocenti

P.I. 03466010984 | © 2022 Fantafobal.it


Gli articoli contenuti in questo sito non corrispondono alla realtà e sono stati redatti a scopo esclusivamente umoristico. Ogni riferimento a persone o cose è strumentale allo scopo puramente ironico del sito. Gli autori delle immagini o i soggetti coinvolti possono in ogni momento chiederne la rimozione, scrivendo alla redazione.