La dispensa dello studente

La dispensa dello studente

Non conosce mezze misure...

PADOVA - La dispensa dello studente non conosce mezze misure. Non parlo ovviamente del plico di appunti rilegati, bensì di quella parte della cucina destinata alle scorte alimentari.

Le confezioni di pasta la fanno da padrone, seguite dai barattoli di piselli, dalle scatolette di tonno e dalle lattine di passata di pomodoro.

Quando queste scorte finiscono, lo studente prende coscienza dell’inconsistenza del suo vitto (perché No!... da un vasetto di olive, due bustine di thè e una porzione di cereali Kellogg’s non salta fuori una cena!) e corre al supermercato. E qui viene il bello.

Se lo studente è automunito, non c’è freno al suo slancio: casse di acqua, birre e ogni genere alimentare riempiono la vettura e successivamente gli scaffali della dispensa, che ora è stipata fino all’ultimo centimetro.

Quando, invece, non si può contare su un’auto, i coinquilini si organizzano per una spedizione di squadra.

Zaini in spalla, trolley o, addirittura, un vero e proprio carrello della spesa preso “in prestito“ con cui attraversare le vie pedonali del centro storico diretti al punto di rifornimento.

La comodità delle spese con consegna a domicilio non potrà mai restituire lo stesso entusiasmo delle missioni di gruppo al supermercato!

P.I. 03466010984 | © 2019 Fantafobal.it


Gli articoli contenuti in questo sito non corrispondono alla realtà e sono stati redatti a scopo esclusivamente umoristico. Ogni riferimento a persone o cose è strumentale allo scopo puramente ironico del sito. Gli autori delle immagini o i soggetti coinvolti possono in ogni momento chiederne la rimozione, scrivendo alla redazione.